coaching
Coaching
FAQ - Domande Frequenti sul Coaching

Contatti

Telefono (segreteria): 0544 200.190
E-mail: info@lifelabcoaching.com
Altri contatti

Resta Connesso

Scarica gratis l’e-book!

 
Iscriviti alla newsletter e scarica gratis l'e-book Realizza i Tuoi Obiettivi Adesso
 
Inserisci la tua mail e iscriviti alla newsletter. Potrai scaricare gratis l'e-book di crescita personale di oltre 100 pagine dal titolo "Realizza i Tuoi Obiettivi Adesso".
 
Iscriviti alla newsletter e scarica gratis l'e-book Realizza i Tuoi Obiettivi Adesso
 
Nome:  

E-mail:

Privacy:

 
LifeLabCoaching.com rispetta la tua privacy. I tuoi dati non verranno in alcun modo ceduti o comunicati a terzi e verranno trattati in conformità al D.Lgs. 196/2003. Per altre informazioni visita la privacy policy.

Coaching
line

“Qualunque cosa la mente possa concepire e credere, può raggiungere”
Napoleon Hill

Cos’è il Coaching?

È una metodologia nata negli Stati Uniti alla fine degli anni ’80, basata sul miglioramento e sullo sviluppo delle potenzialità individuali di chi ne fa richiesta, atta ad assistere persone e gruppi nel migliorare i propri Risultati, raggiungere Obiettivi prefissati e desiderati e affrontare efficacemente il Cambiamento.

Come funziona?

L’attività di Coaching è svolta dal Coach il quale, come un allenatore sportivo, aiuta il cliente a costruire il futuro desiderato, lavorando per fare emergere e rafforzare le proprie potenzialità e aiutandolo nello sviluppare nuove abilità. Il Coach ascolta, affianca, segue, motiva, monitora e sfida il cliente a raggiungere i risultati a cui ambisce.

Il Coach ascolta pienamente il cliente, chiarifica quali sono i suoi veri obiettivi, quali sono le risorse a sua disposizione, quali mancano e quali sono invece i limiti che possono impedire il raggiungimento della meta. Il Cliente così stabilisce un preciso piano d’azione fatto su misura per raggiungere il risultato desiderato.

“Giudica un uomo dalle sue domande piuttosto che dalle sue risposte”
Voltaire

A differenza di un rapporto di tipo consulenziale in cui il consulente, specializzato in un’area ben circoscritta d’intervento identifica e propone soluzioni, il Coach pone delle domande pertinenti e acute che fanno emergere naturalmente le risposte più produttive e necessarie al raggiungimento dell’Obiettivo. Solo ottime domande generano ottime risposte.

È il cliente il vero artefice del proprio successo, quando il Coach è il mezzo, la guida che traghetta il cliente da un punto di partenza (dove sono) a un punto di arrivo (dove voglio essere). Il Coach è un Mezzo di Successo.

Il Coaching può essere applicato in diversi ambiti: Business & Executive (aziendale e manageriale), Career (di carriera), Life (personale), Sport / Mental Training (allenamento mentale per lo sportivo).

Per altre informazioni, puoi vedere le FAQ (domande frequenti) sul tema oppure leggere questo articolo.

Perché il Coaching?

Il Coaching è veloce ed efficace perché obiettivi e piano d’azione sono tagliati su misura del cliente, tenendo conto delle sue abilità e risorse ma soprattutto della sua identità, delle sue convinzioni e dei suoi valori. Si crea una sinergia tra cliente e Coach, che fa suo il risultato che il cliente vuole raggiungere. Inoltre, il Coach è un esperto del funzionamento dei processi mentali che portano a Risultati.

Il Coaching ha un alto Ritorno sull’Investimento effettuato (ROI)
in uno studio specifico su una delle aziende Fortune Top 500, il R.O.I. (Return on Investment o Ritorno sull’Investimento effettuato) del percorso di Coaching è stato del 529%, senza contare i significativi miglioramenti intangibili (fonte: Metrix Global – Wilson 2004).

“Un obiettivo è un sogno con una scadenza”
Napoleon Hill

Secondo la rivista americana Fortune, buona parte delle aziende top 500 americane utilizzano il Coaching per migliorare i propri risultati.

Il Coaching nell’ambito della Produttività

Nel mio stile come Coach unisco quelle che sono due delle mie specializzazioni, cioè il Coaching e la Produttività (più comunemente conosciuta come gestione del tempo), cioè tutte quelle attività che aiutano a ottenere più risultati lavorando meno e meglio, organizzare efficacemente il proprio tempo e vivere con più equilibrio facendo spazio a ciò che è davvero importante.

In questo senso, alcuni dei modi in cui posso intervenire, sono:

  • Coaching one-to-one: rivolto a un singolo individuo per volta, che può essere un manager, un libero professionista o un membro del team ad alto potenziale (high-potential).
  • Coaching “Ombra”: in questo tipo di intervento si segue il cliente o il gruppo di lavoro durante la giornata, analizzando e fornendo feedback su specifici comportamenti (gestione della giornata, flusso di lavoro, riunioni…), per poi introdurre nuove strategie di maggior efficacia.
  • Team Coaching: specifico per analizzare la gestione del flusso di lavoro condiviso, sia che riguardi singoli processi che l’intero flusso.

Alcune delle tematiche riguardanti il Coaching nell’ambito della Produttività sono:

  • Produttività in generale (Gestione del Tempo: Agenda, scadenze, impegni…).
  • Work Life Balance: Equilibrio fra casa e lavoro.
  • Gestione delle Email.
  • Gestione delle Riunioni.
  • Processo di Delega.
  • Gestione di Progetti Condivisi in Team.
  • Gestione di Documenti e Informazioni (sia cartacei che digitali).
  • Goal Setting: stabilire Obiettivi, Piano d’Azione e gestirli in Produttività.
  • Configurazione di un Sistema personalizzato di Produttività, con uso ad hoc della Tecnologia.
  • Ecc…
Il Coaching migliora la Produttività
In uno studio dell’International Personnel Management Association, si dimostra che se la formazione migliora la Produttività delle aziende mediamente del 22%, con il Coaching essa raggiunge l’88% (fonte: Financial Times).

Il Business Coaching (ed Executive Coaching)

Il Business ed Executive Coaching è l’applicazione più generale della disciplina in ambito aziendale e manageriale. Si mette in atto, ad esempio, in aree quali:

  • Aumento della Produttività e dei risultati aziendali.
  • Superamento delle problematiche connesse alla performance e al cambiamento.
  • Aumento delle capacità comunicative, decisionali, di focus e di leadership dei manager.
  • Miglioramento delle competenze dei dipendenti.
  • Creazione e promozione degli high-potential.
  • Diminuzione degli abbandoni e dei costi di turnover.
  • Miglioramento del clima aziendale e della motivazione, della coesione tra reparti e attività di team building.
  • Riequilibrio di ruoli, competenze, responsabilità.
  • Promozione di una cultura del lavoro positiva, propositiva, all’insegna della creatività e diminuzione dello stress.
  • Ecc…

Vuoi saperne di più?

Vai alla pagina dei contatti per avere tutte le informazioni che desideri





Torna Indietro